Longevity Run 2019: la corsa che allunga la vita parte da Roma

0
37
longevity run, corsa, anziani

Longevity Run: a maggio la tappa romana

Prendersi cura della propria salute è importante a ogni età. La longevità è una conquista. Si consegue passo dopo passo, proprio come il traguardo alla fine di una corsa.

Lo sanno bene i medici del Policlinico Gemelli e i ricercatori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore che, anche per il 2019, scendono in campo con il progetto Longevity Run: un’unica giornata in cui sono condensati informazione, check up e attività sportiva al fine di incoraggiare i cittadini ad assumere stili di vita corretti.

L’appuntamento, nella Capitale, è per venerdì 10 maggio. A fare da cornice il suggestivo Stadio “Nando Martellini” alle Terme di Caracalla. Tappe successive San Gabriele di Piozzano, in provincia di Piacenza, il 26 maggio e Madonna di Campiglio, in provincia di Trento, il 3 agosto.

longevity run, www.radiopiu.eu
Il programma della tappa romana della Longevity Run – www.longevityrun.it

Longevity Run: dottor Landi, l’importanza della prevenzione

A illustrarci nel dettaglio l’iniziativa è il coordinatore del team di specialisti di cui si avvale la Longevity Run, il dottor Francesco Landi, docente presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, geriatra presso il Policlinico Universitario A. Gemelli, impegnato da anni nello studio e divulgazione di temi legati alla prevenzione e all’identificazione dei fattori associati a una longevità “di successo”.

“L’idea della Longevity Run nasce dalla promozione di adeguati stili di vita e dell’importanza della prevenzione. Sarà non una corsa in senso classico ma un’intera giornata dedicata al check up gratuito sui principali fattori di rischio cardiovascolari anche con la misurazione diretta della pressione arteriosa del colesterolo e glicemia, più alcuni indici della nostra massa corporea e del nostro stato di salute. A questo seguirà poi una corsa, un allenamento che ci insegnerà come quotidianamente fare esercizio fisico e quindi adottare uno stile di vita sano. 

Il 10 maggio allo stadio delle terme di caracalla avremo questa giornata dalla 10 di mattina alle 9 di sera completamente dedicata al check up con i medici del Gemelli. Alle 19 l’allenamento tutti insieme”.

Longevity Run: Sport e longevità di successo

Quindi, è fondamentale che nello stile di vita corretto dell’anziano sia compreso anche lo sport?

“A tutte le età, certamente a partire da quando siamo molto giovani, fino a 40/50 anni ma anche nell’età anziana, uno stile di vita che preveda un adeguato esercizio fisico è quello sempre e comunque raccomandabile e che tutti noi dovremmo cercare di seguire.

longevity run, anziani, www.radiopiu.euL’alimentazione e l’attività fisica sono il binomio e la sinergia vincente per andare incontro a una longevità, ma soprattutto a una longevità di successo: cioè in buona salute e in completa autonomia”.

In occasione della Longevity Run, “al centro della pista, di ora in ora saranno proposte delle attività di esercizio fisico. Durante tutto il giorno ci saranno delle sessioni dedicata al tai chi, yoga, fitness, in modo che ognuno possa imparare e prendere ciò che più piace per poterlo fare tutti i giorni o almeno 3 volte a settimana”.

Dunque è importante, in generale, fare sport, quale attività praticare in particolare invece dipende da noi, dalle nostre caratteristiche…

“Esattamente. L’attività fisica ha una connotazione di divertimento. Ognuno di noi deve scegliere quello che più gli piace. Perché se scegliamo un attività fisica che ci piace siamo sicuri che la continueremo nel tempo. È questa la cosa più importante. L’esercizio fisico è un po’ come l’alimentazione, lo diciamo scherzosamente, una sorta di ‘condanna’: funziona se lo facciamo sempre.

Non basta andare solo un mese l’anno in palestra, anche perché tutto quello che guadagniamo, purtroppo, se ci fermiamo, se diventiamo sedentari, lo perdiamo quasi subito”.

Come iscriversi alla Longevity Run 

Ascolta l’intervista al professor Francesco Landi nell’edizione odierna di Radiopiù Sport:

Leggi anche:

Gioco e sport, il 25 aprile la Giornata diocesana

CSI Roma, calcio a 5: torna “Giocare per credere”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here